Scarti di cavolfiore con quinoa, semi di lino e germogli di soia ed altro ancora

QUINOA

Scarti di cavolfiore con quinoa, semi di lino e germogli di soia

Tagliate la parte del gambo un po’ più dura e alcune foglie, quelle che di solito tutti scartano (ma noi no) e cuocetele a vapore. Cuocete la quinoa come di solito è scritto nelle indicazioni, mescolate il tutto con semi di lino spezzettati che contengono un elevato apporto di acidi grassi omega-3, olio EVO, curcuma e germogli di soia.

Invece volete fare una merenda alternativa? Allora abbiamo pensato a foglie di polenta speziata e guacamole.

Fate bollire l’acqua, mettete la polenta, e mescolate. Noi preferiamo non mettere il sale, ma abbondare di spezie come paprika e curry. Fate 
bollire l’acqua, versate la polenta, mescolate bene affinché non si attacchi alla pentola ,quando sarà ben amalgamata, toglietela dal fuoco e mettete le spezie. Ponete delle cucchiaiate di polenta sui fogli di carta forno che coprirete con altri fogli e col matterello cercate di stenderla, in modo da renderla sottile. una volta fatto, scopritele, cospargetele di semi di papavero e infornate per 20-30 minuti a 200°. fatele raffreddale, spezzatele e servite con il guacamole.

Ed ecco un’altra idea appetitosa per far mangiare le verdure ed i legumi a tutti. Tronchetto di hummus e verdure:

Create il tronchetto con farina integrale (350 g), acqua, farina di semi di lino (1 cucchiaio), semi di sesamo (2 cucchiai), curcuma (1 p
izzico), olio evo. Mescolate il tutto, quando non sarà più un composto appiccicoso, ma ben compatto, coprite e fate riposare per 20 minuti. Nel frattempo lavate le vostre verdure preferite (cipolla, lattuga, cavolo cappuccio, cetrioli, carote, pomodori) e tagliatele sottili sottili. Passati i 20 minuti, dividete l’impasto in 4 panetti, e stendeteli con il matterello, poneteli su una padella antiaderente. Quando saranno pronti, lasciateli raffreddare e riempiteli di hummus e verdura, arrotolateli, chiudeteli da un lato e Buon appetito.

Categorie: Uncategorized

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + dodici =